PER SCRIVERCI E COMUNICARE CON NOI:
d.cogliandro@pec.nuovirumori.it
postmaster@pec.nuovirumori.it

Erosione costiera,risultati ottenuti o un’altra estate senza spiagge???

Mag 24th, 2010 | Categoria: News | 2,216 visite

La spiaggia del Calipso, da sempre una delle più frequentate.

L’arrivo della bella stagione non servirà a ridare lustro e nuova linfa al nostro territorio, i pochi operatori turistici rimasti non si arricchiranno, ristoratori e commercianti annasperanno, vedremo la solita fila di macchine sulla 106 PROSEGUIRE lenta e INESORABILE e ci sposteremo anche noi, chissà, verso lo jonio, alla ricerca di una spiaggia affollata o semplicemente di un posto dove fare il bagno senza rischiare di farsi male…

Già perchè a Lazzaro, nell’indifferenza generale, le spiagge non ci sono più da un bel pezzo…e SALVO CATACLISMI o MIRACOLI non ci saranno neanche quest’estate. Certo le ruspe stazionano da anni ormai lungo il nostro litorale, ma i risultati sono tutt’altro che incoraggianti. L’unico tratto rivitalizzato dai lavori di protezione e ripascimento sembra essere quello di Lazzaro vecchio, sotto la magna Grecia, un tratto di spiaggia di 300 metri, su 6 Km di costa…meglio di niente, direte, giusto ???

Ma da quanto tempo sono i iniziati i lavori??? quanti milioni di euro sono stati spesi??? Saranno mai completati??? esistono cronoprogrammi secondo i quali procedere ??? i progetti vengono aggiornati a seconda dell’evoluzione del nostro litorale e dei fondali marini…???

BOH, tutti questi quesiti non se li pone più nessuno, o forse nessuno realmente lo ha mai fatto, vista la libertà con cui le ditte appaltanti gestiscono i cantieri, vista l’approssimazione con cui vengono realizzate alcune opere…visti i DANNI, perchè di DANNI SI TRATTA IN ALCUNI CASI.

Un tempo non si faceva nulla perchè NON C’ERANO I SOLDI, ma poi questi sono arrivati, dalla Regione, dalla Provincia, perfino dalle Ferrovie dello Stato, sembrava che i presupposti per rivedere la sabbia ci fossero, e invecie la questione da scottante è finita nel dimenticatoio, passando SILENZIOSAMENTE per gli uffici del Genio Civile, e ancora peggio per quelli del nostro Comune, al quale tutto questo dovrebbe stare a cuore più di ogni altra cosa…non ci sono più alibi.

l’IMPRESSIONE è che sia stato gestito tutto con molta superficialità, quando bisognava mordere le caviglie delle imprese, marcare stretto chi operava e opera a casa nostra,….invece NULLA…quanto tempo bisogna aspettare ancora ???

Da Fornace alla foce del Ferrina, questo tratto ha subito in maniera molto violenta gli effetti dei pennelli.

La zona del Magna Grecia l’unica ad aver subito effetti positivi.

Dal torrente Saetta a Riace la situazione rimane pressoché invariata.

Gli interventi non hanno interessato ne il lungomare ne la zona di Riace, che continuano a subire gli effetti del Porto di Saline.

Lazzaro, continua ad essere un posto bellissimo, potrebbe offrire molto a chi ci vive e a chi passa, potrebbe tornare ad essere una località di mare rinomata e ambita, invece resta tutto sospeso. L’aria sa di estate, aleggiano i ricordi, e Lazzaro lasciata in balia degli eventi, con i suoi splendidi tramonti, il suo splendido mare non fa che rinnovare i nostri rimpianti.




Tags: , , ,

8 commenti
Lascia un commento »

  1. é vero che il tratto sotto il magna grecia é l unico ad aver subito effetti positivi,ma ultimamente la poca sabbia che c era é stata ricoperta da terra(per continuare i lavori).Non so se quest anno potremmo sdraiarci per prendere un po di sole

  2. Si è vero è stata creata da poco una pista di cantiere in terra, per sistemare credo i massi che fuoriescono dall’acqua, se ci fosse un minimo di programmazione i lavori sarebbero bloccati per il periodo estivo, o ad esempio non so, dal 1° di Giugno in avanti.Boh….vedremo.

  3. Da quello che so io i lavori dovrebbero arrestarsi entro il 30 giugno per poi riprendere a settembre… Speriamo che non siano le solite parole buttate al vento….

  4. il danno è fatto,la natura con il contributo nostro(Uomo) ha distrutto la costa di Lazzaro …questa e la realtà!
    Lazzaro…che dire?Negli anni settanta non essendoci stato nessuno in grado di proteggere il futuro del turismo hanno permesso a molti “..benestanti Reggini” di costruirsi mega ville a ridosso della via marina nuova e vecchia,posto secondo me da riservare solamente a chi investiva con strutture turistiche….adesso la maggior parte sono disabitate e quelle abitate producono solo spazzatura e la spesa se la portano pure da Reggio!
    Cmq questo è un preambolo al mio pensiero.Con i lavori che si stanno facendo adesso di ripascimento spiagge non facciamo altro, se vanno a buon fine,a riportare la situazzione come dieci anni fà….
    follemente mi chiedo: ma perchè non si pensa di realizzare un porticciolo turistico gestito dal comune ?
    credo sarebbe un investimento sia economico (per il comune stesso) che turistico(per tutto il paese)…e si creerebbero anche dei nuovi posti di lavoro!
    in tante altre realtà ho visto comuni gestire , per esempio, degli impianti di risalita nelle località sciistiche…

  5. Consentimi di dissentire quando dici che la natura ha distrutto la costa di Lazzaro, l’erosione costiera è strettamente legata alla presenza del porto di Saline, quindi un ‘opera artificiale, tra l’altro inutile…tutto da li è partito.
    La parte di litorale che va dall’Oliveto al Calipso è stata stravolta e distrutta dai pennelli, quindi altre barriere artificiali create irresponsabilmente dall’uomo, la natura segue il suo corso…l’uomo ha rovinato tutto.

  6. …Non ci posso credere sono iniziati i lavori di creazzione pennelli anche sul lungomare cicerone!!!!

  7. ….si è mai chiesto qualcuno il perche non si sono usati i massi ”tetrapodi”????mi è stato risposto che per una questione di impatto ambientale bisognava usare roccia naturale!!!!che ridere vero!?a me non sembra proprio che sia un bel vedere quell’ammasso di pietrisco e massi più o meno grandi!!con la differenza che forse i tetrapodi sono leggermente più funzionali e più resistenti alle mareggiate,che come sappiamo qui da noi non scherzano affatt(vedi pennello sotto il saetta che fine ha fatto!!!)…….!!!!!scommetto che tra non più di 1/2 anni ci rtroveremo tutti questi massi sparsi per la costa!!!!!spero solo di sbagliarmi ma è quello che da ignorante in materia credo che possa accadere!……

  8. Egregio signor Cogliandro,
    dopo due anni circa mia moglie ed io ritorniamo a fare le ferie a Lazzaro per trovare gli amici e i parenti e, per l’occasione, andare al mare per fare un po di bagni nelle stupende acque dello stretto.
    Dalle fotografie poste su questo sito non ho avuto una buona impressione sulle condizioni delle spiagge e tutto lascia immaginare che le medesime non verranno messe a posto in tempo utile, per consentire agli stessi abitanti e a quanti scelgono Lazzaro di trascorrere le ferie nel miglior modo possibile.
    Cosa dire: I biglietti dell’aereo sono stati prenotati da tempo e speriamo che, quanto prima, possa avverarsi qualche…. miracolo. (non mettiamo limiti alla Provvidenza).
    Molti cordiali saluti. Michele Pellegrini da Venezia

Lascia un commento